top of page

Bonus Registratori Telematici 2023. A chi spetta?

Facendo riferimento al decreto Aiuti Quater convertito in legge lo scorso gennaio 2023, è previsto un interessante credito d’imposta per agevolare gli operatori del terzo settore, in particolare per i commercianti che svolgono attività al dettaglio che di fatto sono obbligati a memorizzare e trasmettere i corrispettivi giornalieri dei propri registratori telematici, con il fine di agevolare e introdurre la nuova Lotteria degli scontrini istantanea.


Per chi è?

Questo credito d’imposta è destinato alle attività di commercio al dettaglio e spetta ai soggetti passivi IVA che devono registrare e inviare le informazioni sui corrispettivi giornalieri dei propri registratori telematici di cassa.


Si dovrà fare attenzione alla disponibilità dei fondi per non restare senza credito di imposta, infatti il fono stanziato globalmente è di 80 Milioni di Euro (Bonus Registratori Telematici).


Di che cifre stiamo parlando?

L’importo massimo del credito di imposta per il 2023 è pari al 100% della spesa sostenuta per un massimo di 50 euro per ogni device.

Si può usare il credito di imposta in compensazione attraverso l’utilizzo del modello F24 senza limite o massimale annuo, utilizzandolo dalla prima liquidazione periodica dell’IVA successiva al mese nella quale è stata registrata la fattura della dell’adeguamento del sistema per il registratore telematico.


Contattaci per maggiori informazioni



60 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page